Logan: un’ultima volta

Il canto del cigno, l’ultima fatica del mutante artigliato di casa Marvel, l’ultima prova – degna – di quello che, probabilmente, sarà il Wolverine più amato della storia dei cinecomics. Quello del solido Hugh Jackman.
Logan – The Wolverine è tutto ciò che un vero appassionato di fumetti e di cinecomics possa desiderare.
Strutturato armoniosamente tra sequenze nutrite di quel romanticismo che il ciclo Marvel/Disney – casa, ricordiamo, titolare del Marvel cinematic universe dei vari Cap. America, Thor, Iron-Man, Hulk ecc – ha esasperato fin troppo e sequenze grondanti sangue, urla, carni dilaniate e quella violenza tanto familiare a chi ha sempre letto le storie del mutante con gli artigli d’adamantio e che sta diventando il punto di forza del nuovo ciclo narrativo di casa Fox. La parola d’ordine, infatti, per la celebre casa cinematografica è stata “più film vietati ai minori”, nel solco della tradizione iniziata con la pellicola su Deadpool. Il più dissacrante tra gli eroi, o anti eroi in tal caso, dei fumetti di casa Marvel.
Logan non è solo un film di supereroi ma una pellicola da inquadrare in un western d’altri tempi, ambientato in un futuro, il 2029, così distante dalle atmosfere dark ed iper tecnologiche di “X- Men: Giorni di un futuro passato”, ambientato nel 2024, e così tanto familiare ai nostri giorni. La povertà del contesto che circonda il mutante, la sua casa, la criminalità, è la stessa povertà, fisica ed economica, che caratterizza questo personaggio, più che mai umano, come suggerisce lo stesso titolo della pellicola. Il fattore rigenerante c’è ma non agisce più velocemente come prima, le cicatrici sono ben visibili ed un tremendo male, probabilmente un cancro proveniente dallo stesso adamantio che gli è stato impiantato chirurgicamente, lo stanno uccidendo. L’unica via di fuga per lui e il vecchio professor X, affetto da una grave patologia cerebrale, è l’acquisto di uno yatch dove lo stanco mutante potrà passare in tranquillità quelli che potrebbero essere gli ultimi giorni della sua vita.
Ma l’incontro con una strana donna cambierà tutto. Lei, con la sua bambina, cercano l’aiuto di Logan, che sarà così costretto a sfoderare nuovamente i suoi artigli letali per un’ultima volta. (Antonio Cormaci)

Related Posts

Leave A Comment